I corsi di lingue straniere INGLESE - FRANCESE - TEDESCO - SPAGNOLO - CINESE - RUSSO che si svolgono presso il Laboratorio Metropolitano sono suddivisi in categorie, organizzate a loro volta in livelli, da elementare ad avanzato, al fine di garantire l'omogeneità della classe e la regolarità della didattica. Ogni classe è formata da un minimo di cinque studenti ad un massimo di dieci.

Corsi per Bambini - da elementare ad avanzato

Per bambini, dai 6 ai 13 anni. Corsi coinvolgenti che facilitano l'apprendimento dei vocaboli e delle strutture linguistiche più comuni (lezioni bisettimanali da n. 1h 30min ca.).

Corsi per Adulti – da elementare ad avanzato

Per adulti – suddivisi in livelli, da elementare ad avanzato – al fine di garantire l'omogeneità della classe e la regolarità della didattica, con durata che va dalle 30 ore a max 100 (lezioni bisettimanali da n. 1h 30min ca.).

Corsi per Adulti - scuola & lavoro

Per adulti – professionisti, dirigenti, imprenditori – che desiderino migliorare la conoscenza della lingua straniera di interesse in campo professionale (lezioni bisettimanali da n. 1h 30min ca.).

Corsi di preparazioni per gli esami Cambridge, City & Guilds, LCCI, Goethe, Institut Francais, etc.

Per studenti di tutte le età che devono certificare il livello di preparazione (lezioni bisettimanali da n. 1h 30min ca.).

 

Esercizi online gratuiti - clicca qui per accedere

 

Riferimenti europei metodologici e didattici

Il Quadro comune europeo di riferimento è il QCER Common European Framework of Reference for Languages (CEFR), ossia, un sistema descrittivo impiegato per livellare le abilità conseguite da chi studia una lingua straniera europea, nonché allo scopo di indicare il livello di un insegnamento linguistico negli ambiti più disparati.

È stato messo a punto dal Consiglio d'Europa come parte principale del progetto Language Learning for European Citizenship (apprendimento delle lingue per la cittadinanza europea) tra il 1989 e il 1996. Suo principale scopo è fornire un metodo per accertare e trasmettere le conoscenze che si applichi a tutte le lingue d'Europa. Nel novembre 2001 una risoluzione del Consiglio d'Europa raccomandò di utilizzare il QCER per costruire sistemi di validazione dell'abilità linguistica.

I sei livelli di riferimento in cui il QCER si articola (A1, A2, B1, B2, C1 e C2) sono sempre più diffusamente accettati come parametri per valutare il livello di competenza linguistica individuale; gran parte degli enti certificatori delle varie lingue europee stanno ormai completando il passaggio alle nuove denominazioni dei livelli di conoscenza linguistica per le certificazioni da essi rilasciate o, in alternativa, forniscono tabelle di conversione tra le denominazione dei propri livelli e quelle standard del Quadro comune di riferimento europeo. Inoltre anche alcuni enti certificatori di paesi extraeuropei hanno già avviato progetti di armonizzazione dei propri livelli linguistici con quelli del QCER.

it.wikipedia.org